UnCuorSolo
ParrocchiaScrittaSito
Contatti logo_info OrarioCelebrazioni OrariSegreteria CaritasParrocchiale Campo
MissioneQuartiere
"La vecchia fontana del villaggio"

Carissimi “tutti”,
vi scrivo mentre la luce del sole pomeridiano rende bellissimo dimorare presso la nostra parrocchia, in preghiera e, con la voci dei bambini che corrono per i campi sportivi, uno spettacolo.
Forse non tutti sono a conoscenza del trasferimento della nostra parrocchia. La parrocchia dal 6 gennaio del 2023 si è trasferita nella zona ex campi sportivi del Divino Amore.
Continua a leggere...

Citazione di spiritualità del giorno
Non la bella vita, ma la vita bella!
La bella vita è:
• sinonimo di disimpegno e di ricerca di soddisfazioni immediate e passeggere;
• desiderio di provare le sensazioni e le emozioni che si presentano ogni giorno;
• voglia di “cogliere l’attimo fuggente” senza preoccuparsi del domani;
• smania di vivere “alla giornata” scrollandosi di dosso ogni responsabilità.
La vita bella è:
• desiderio di un sapere che spinge alla conoscenza approfondita delle cose;
• bisogno di coltivare rapporti sinceri, intensi e duraturi con gli altri;
• capacità di affrontare con coraggio i sacrifici necessari per raggiungere gli obiettivi prefissati;
• attitudine a coltivare il desiderio di percorrere sentieri impervi e inesplorati;
aspirazione a nutrire grandi sogni, a non sprecare le proprie energie fisiche, intellettuali e spirituali, a vivere con saggezza la propria libertà.
La vita bella è il frutto dell'amore!
mth
News

1° "FESTA PARROCCHIALE" dal 9 al 16 Giugno

-Volantino Festa Parrocchiale

Programma Festa Parrocchiale
mth

-Ecco alcune delle attività della Festa”

mth mth
adorazione_eucaristica
Adorazione Eucaristica (giovedì eucaristico).
Durante l'Adorazione Eucaristica ci sarà la preghiera del Rosario per gli ammalati
lectiodivina
Lectio Divina Domenica della «parabola del seme e del granellino di senape»
La parola di Dio è essa stessa all'opera, potente e creatrice. Dio ci affida questa parola come un piccolo seme: se lo lasciamo maturare, è capace di trasformare il mondo. Non è la povertà che conduce la Chiesa alla sconfitta, ma se mai i suoi cedimenti alla tentazione di essere potente.
Letture Patristiche Domenica della «parabola del seme e del granellino di senape»
simbolo_spirito_santo2

Servire o servirsi della Comunità cristiana? La differenza è abissale! Alcune persone vivono la loro esperienza di Chiesa, in concreto di Parrocchia, nella permanente illusione di ritenersi sempre nel giusto. Questa illusoria certezza di non sbagliare mai, o poco, è la tentazione di tutti e molti misurano la fede e la vita spirituale degli altri alla luce del proprio metro di misura.
Credere di essere nella vita della propria Comunità parrocchiale degli operatori pastorali utili, indispensabili, chiavi portanti di chissà quale volta di parabola di Vangelo, è qualcosa di pericoloso e di anti-evangelico.
Ai suoi discepoli, quelli di un tempo così come quelli di tutti i tempi, Gesù insegna che chi realmente opera all'interno della sua Chiesa è lo Spirito; chi smuove l'impossibile e apre nuove strade nel deserto dell'umanità è sempre lo Spirito; chi, infine, suscita i carismi, i cosiddetti talenti personali, la generosità, la solidarietà, l'oblatività affettiva tra le persone della stessa Comunità parrocchiale è ad ogni istante lo Spirito.
Se non si passa attraverso l'esperienza della passione, della morte e della risurrezione dell'Uomo di Nazareth, di Gesù il Cristo, non può nascere e non può mai cresce a giusta misura la Comunità dei figli della Luce!
Ogni servizio nella Chiesa, in particolare nella e per la propria Comunità parrocchiale, nasce dall'accoglienza in Sè della forza e della luce della risurrezione di Gesù, doni e potenze queste di vita che costruiscono incrollabili esperienze di Vangelo e di anticipato regno di Dio già su questa terra.
Nella Chiesa, dunque, servire equivale a vivere a piccole dosi il martirio della comunione, così come Gesù lo ha vissuto all'interno della sua esperienza religiosa, fino a traghettare gioiosamente i suoi seguaci oltre ogni limite imposto dal compromesso umano, sempre verso la casa del Padre

Komboskini

Komboskini

La corda da preghiera (Komboskini), usata nella Chiesa ortodossa, assomiglia al Rosario cattolico ma è fatta di nodi a forma di croce. Ve ne sono di diverse lunghezze: 33, 50 o 100 nodi ed è comunemente usata dai monaci ortodossi. Per costruire un nodo, il filo viene avvolto attorno alle dita della mano sinistra che vengono usata come fossero un telaio. La tessitura a mano di un komboskini è una vera attività di preghiera. Il komboskini viene costruito in preghiera, ogni singolo nodo viene fatto pregando. Dopo aver completato ogni nodo, si recita la preghiera di Gesù per la persona a cui la corda è destinata:"Signore Gesù Cristo, Figlio di Dio, abbi misericordia di (nome della persona) che pregherà con questa corda". Per richiedere il komboskini rivolgersi in segreteria parrocchiale. E' richiesta una offerta per il rosario

Il Doni dello Spirito Santo

Il Discernimento

La Passione per l'evangelizzazione

I Vizi e le Virtù

Riflettiamo...

I Nostri Progetti:

CampoSintetico Lavori Straordinari Manutenzione Campo Sintetico € 15.000+iva.
Parco Giochi: Realizzazione parco gioco per bambini € 15000+iva.
Tenso Struttura: Manutenzione straordinaria Tensostruttura € 5.000+iva.
Pompa pozzo: Manutenzione starodinaria pompa pozzo € 3500+iva.
Campo Pallacanestro: Lavori realizzazione campo basket ....
Recinzione pista pattinaggio: Lavori di installazione recinzione pistra pattinaggio.
Per contribuire ai diversi progetti rivolgersi in segreteria parrocchiale
IVQuaresima

... avanti con il cammino


AgenziaFides

Parrocchia Sacra Famiglia del Divino Amore

via Ardeatina 1265 - 00134 Roma
email: segreteria@sacrafamigliadivinoamore.it